Hotel Bellaria 4 Stelle | Hotel Bellaria con Piscina Hotel Rosalba
chiudi

Calcola Preventivo
Miglior prezzo garantito


Adulti
Add
Remove
Bambini
Add
Remove

Inserisci la tua email

Bambino  - 
Bambino 1

Bambino 2
Bambino 3



Cosa fare in Primavera in Romagna

Posti che non avete mai visto, gli itinerari da scoprire a piedi, in bicicletta o in moto!

Pubblicato in data 
Cosa fare in Primavera in Romagna

Chi ha detto che la Riviera Romagnola è la meta ideale solo per le vacanze estive?

Noi del Valentini Village, che la Riviera la respiriamo tutto l’anno, possiamo garantirti che la Primavera in Romagna è un’esplosione di eventi e di attività.

Le giornate di maggio sono già lunghe, le spiagge sono poco affollate e hai tutto lo spazio che puoi desiderare per rilassarti sotto l’ombrellone o goderti una passeggiate sul bagnasciuga. L’aria è già calda, ma non troppo.

Lontano dal caldo e dalla folla di Ferragosto o della Notte Rosa, c’è tutto un altro mondo da scoprire.

Per questo motivo, oggi vogliamo portarti alla scoperta dei percorsi e degli itinerari che renderanno speciale la tua vacanza in Romagna in Primavera.
Sono tutti a due passi dai nostri hotel, non preoccuparti, avrai comunque tutto il tempo che vuoi per goderti la spiaggia e il mare.

Oltre alle bellissime attività e ad un mare spettacolare, la Primavera in Romagna offre un altro vantaggio: il prezzo. Il costo di una vacanza nei nostri hotel in maggio è molto più basso rispetto agli altri periodi dell’anno, altro motivo per scegliere la Primavera come periodo per le vacanze.

Se ti può interessare, qui trovi le offerte di maggio:

Hotel Gambrinus ****
Hotel Rosalba ****
Hotel Maré ***s
Hotel Delle Nazioni ***
 

Romagna, terra di castelli

castelli in romagna

Sapevi che la Romagna è terra di Fortezze e Castelli?

Spesso questi sovrastano bellissimi borghi medievali e sono ricchi di fascino e magia. Qui ti proponiamo un tour di tre castelli, visitabili in una giornata o anche in giorni diversi.

Rocca del Sasso - Verucchio
Dall’alto della sua posizione domina il paese, la valle e la pianura fino al mare Adriatico. Qui nacque Malatesta da Verucchio detto il “Centenario”, conosciuto come Mastin Vecchio nell’Inferno della Divina Commedia di Dante. La Rocca è interamente visitabile.

Fortezza - San Leo
Te ne abbiamo già parlato nell’articolo dedicati ai più bei borghi dell’entroterra romagnolo.
La Fortezza di Cagliostro è stata un carcere di massima sicurezza dello Stato Pontificio fino al 1906. L’interno offre musei, mostre ed esposizioni come la mostra delle armi e il museo delle torture. Si può anche visitare la cella di punizione e le celle che ospitarono il Conte di Cagliostro, misterioso alchimista condannato per eresia dalla Chiesa e tanti altri prigionieri illustri.
La fortezza è anche uno dei punti del borgo che offrono dei punti panoramici fenomenali, la vista della Valmarecchia vi lascerà senza fiato.

Rocca Malatestiana - Santarcangelo di Romagna
È aperta il primo sabato del mese e la domenica consecutiva. Ti consigliamo di visitarla.
Passeggiando in via della Cella, si arriva all’ingresso dell’imponente Rocca, all’interno si viene inghiottiti dalle enormi stanze e si respira l’aria di un tempo passato e misterioso. Bello il mastio con un terrazzo panoramico sulla città.
 

Rimini in 8 tappe e ½

alla scoperta di rimini

Rimini è Federico Fellini. Federico Fellini è Rimini.
Nessuno meglio del Maestro può portarti alla scoperta della città.
Ecco quindi un itinerario dei luoghi dove Fellini ha trascorso la giovinezza e che hanno plasmato la sua immaginazione.

Borgo San Giuliano
Tempio Malatestiano
Monumento alla Vittoria
Fontana della Pigna
Castel Sismondo
Cinema Fulgor
Il Porto
Grand Hotel
Cimitero Monumentale


Questo tour merita un approfondimento a parte, trovi l’articolo completo qui:
👉 Rimini in 8 tappe e ½
 

Sentieri per l’Uso, natura e poesia

sentieri per l'uso

Il percorso lungo il fiume Uso si snoda attraverso i comuni di Bellaria Igea Marina e San Mauro Pascoli ed è lungo circa 6 km.

La pista ciclopedonale inizia a Bellaria su Via Ravenna all’intersezione del Fiume Uso . Si prosegue per circa 1km e mezzo fino alla passerella (Castrum Lusi) che ci fa passare all’altra riva dove si va avanti per circa 2km e mezzo prima arrivare al Rio Salto, declamato nella celebre Cavallina Storna del poeta Giovanni Pascoli.

Da qui si prosegue sul vecchio argine abbandonato del fiume fino ad arrivare alla fine del percorso alla Villa Torlonia.

Non preoccuparti, il percorso è ben tracciato e segnato da pannelli informativi.
Lungo tutto il percorso ciclopedonale dell'Uso ci sono 9 aree di sosta attrezzate con panchine, tavoli da pic-nic e giochi.
 

Alla scoperta della Santarcangelo sotterranea

santarcangelo

In molti conoscono Santarcangelo per la Rocca Malatestiana, gli scorci di panorama, le botteghe artigianali e i locali tipici.
In pochi però sanno quello che c’è sotto.
Un mondo fatto di grotte, granai, ghiacciaie e segrete vie di fuga.

Un tempo infatti, le persone vivevano all’interno della cinta muraria per difendersi dagli assedi. Spesso questi duravano mesi e le persone dovevano ingegnarsi per la loro sopravvivenza.

Da qui sono nate le grotte che attraversano il sottosuolo di Santarcangelo, un vero e proprio mondo sotterraneo avvolto nel mistero.

Cunicoli, pozzi, gallerie ed imponenti sale circolari compongono le 150 grotte della città sotterranea. Alcune di queste servivano a conservare vino e cereali altre, forse erano luoghi di culto.

Nelle grotte per questione di sicurezza si può entrare solo se accompagnati.
Ti consigliamo di fare un tour guidato di questo labirinto sotterraneo.

A piedi, in bicicletta o in moto...questi percorsi danno il meglio di sè in primavera, quando la natura si risveglia e il clima è mite.
Ti aspettiamo al Valentini Village per scoprire queste meraviglie.